0Vai al carrello Cerca
https://www.ifalsidiautore.it

Basquiat

Cerca Falso d'autore

Caveza

Codice Opera: 245

Basquiat

60x50cm

65€
Dettagli
Exercize

Codice Opera: basq- E

Basquiat

60x50cm

80€
Dettagli
Exercize 2

Codice Opera: basq 1-E

Basquiat

70x70cm

120€
Dettagli
Fallen Angel

Codice Opera: 832 -E

Basquiat

54x62cm

72€65€
Dettagli
il Ritratto

Codice Opera: 246 -E

Basquiat

63x54cm

72€65€
Dettagli
in Italian

Codice Opera: 762

Basquiat

95x85cm

140€
Dettagli
in Italian ALTA QUALITA'

Codice Opera: 761 A

Basquiat

120x108cm

260€
Dettagli
Sketch

Codice Opera: 953-E

Basquiat

50x40cm

65€
Dettagli
Skull

Codice Opera: 242

Basquiat

60x50cm

65€
Dettagli
Trumpet Alta qualità

Codice Opera: 949

Basquiat

70x70cm

140€
Dettagli
Untitle

Codice Opera: 31 -E

Basquiat

63x54cm

65€
Dettagli

Basquiat Nasce a New York il 22 Dicembre 1960 per morirvi il 12 Agosto 1988. Basquiat è considerato, a ragione, uno dei più importanti rappresentanti del movimento graffitista americano. Il movimento artistico/culturale, nasce nelle strade e nei sobborghi del disagio metropolitano per poi essere importato con l’aiuto di Keith Hering nelle gallerie d’arte americane e non.

Molto presto inizia con un gruppo di amici, a dipingere sui muri di New York, sua città natale, figure confuse e molto colorate identificando questa forma pittorica con la parola “SAMO” che è l’acronimo di Same Old shit vale a dire “la solita vecchia merda” ormai entrata a pieno titolo nei dizionari dell’arte. Samo sarà poi la firma che all’inizio della sua attività, Basquiat adotterà sui suoi lavori di strada. E’ questo il periodo di collaborazione con Al Daz altro graffitaro. Frequenta senza grande successo, la City as school che abbandona ritenendola poco formativa e decise contemporaneamente di abbandonare la casa dei genitori, sbarcando il lunario vendendo cartoncini e cartoline da lui stesso illustrate. E’ questa forma d’arte che attira l’interesse di Andy Warhol che prima diventa acquirente delle sue opere e poi diventa maestro ed espositore.

Terminata l’esperienza SAMO Basquiat all’inizio degli anni ottanta, incontra Keith Hering con il quale stringe una forte amicizia seguendo i consigli, non solo artistici, del nuovo amico. Ma sarà soprattutto l’incontro con un altro gigante dell’arte (Andy Warhol) che cambierà definitivamente il suo destino artistico e personale. E’ Warhol che nel 1983 lo aiuta ad esporre portandolo alla ribalta delle cronache artistiche del tempo, come nuovo fenomeno mondiale emergente. I dipinti e i lavori di Basquiat sono caratterizzati da figure infantili con immagini anche rozze, ispirate alla Brut Art che aveva come riferimento ed esponente di spicco Jean Dubuffet. Ma il tratto inconfondibile della pittura di Basquiat è l’uso delle parole che riempiono i suoi quadri, utilizzate anche come sfondo e molte volte cancellate, creando così la curiosità del pubblico. Diverse e molteplici sono i supporti sui quali dipinge passando dai portali di chiese e abitazioni, a caschi da football americano a tavole da snow board a sci ed altri ancora. Muore il 12 Agosto del 1988 a solo ventisette anni, nel pieno della sua crescita artistica, per una overdose di eroina.

Tra le opere più rappresentative citiamo:

Hollywood africana 1983

Irony of negro policeman 1982

Autoritratto 1982

Untitle 1982

Libertà 1982

Cavalcando la morte 1988 ultima sua opera realizzata. Questa opera colpisce a posteriori per un messaggio di una fine corsa che Basquiat sente molto vicina. Il quadro viene dominato da una figura nera, molto riccorrente nella sua pittura, con uno scheletro bianco che cammina a quattro zampe.